Resoconti

Riunione del  19 Settembre 2019  Hotel Bristol ore 12.45

Il Presidente porge un saluto di benvenuto al relatore Luca Solari, al visitatore rotariano e a tutti i presenti, formula quindi i migliori auguri di buon compleanno ai Soci Antonello Amato, Alberto Isolani e Ginetta Gallas.

Fortunato Crovari dopo la presentazione dei prossimi programmi del Club ricorda l’appuntamento distrettuale per il Seminario Espansione e Sviluppo dell’Effettivo che si terrà il 28 Settembre p.v. presso il Palazzo della Borsa di Via XX Settembre dalle ore 8.30.

Prima della colazione il Presidente illustra brevemente ai presenti  i due Global Grant in programma in questo anno rotariano: uno rivolto ad un ospedale pediatrico a Bahia Blanca in Argentina e uno rivolto a Genova che verrà effettuato in collaborazione con i Rotary Club della Rosa dei Venti.

Dopo la colazione il Presidente presenta il relatori Dottor Luca Solari, A.D. di COVIM Spa (Azienda di famiglia), e gli cede il microfono per la relazione dal titolo “Il caffè raccontato da chi lo produce”.  

DSCN2407

Il Dottor Solari introduce così la Covim: “Erano i primi del ‘900 quando l’imprenditore Federico Solari fondò a Genova, la “Società Internazionale per la Torrefazione Igienica del Caffè“. Un vero “apripista” del settore e, curando e pubblicando il trattato “Note sul consumo del caffè in Italia“, anche un acuto precursore delle più moderne ricerche di marketing.

Spinto e ispirato da quell’impresa (conclusa qualche decennio dopo), nel 1954 Federico Solari, diretto discendente di quel primo omonimo Federico Solari, lancia la marca di caffè “Moka Imperiale” e nel 1974 fonda, insieme ai fratelli, la “Compagnia Mediterranea Caffè” costruendo il primo stabilimento di produzione nel comune di Tribogna, tutt’oggi parte del sito produttivo di Covim.

Negli stessi anni Osvaldo Picci, Adone Macoggi e Paolo Guglielmoni compiono un appassionato percorso professionale, fondando nel 1969 la “Coveca“.

Nel 1991 la “Compagnia Mediterranea Caffè” entra in “Coveca” e l’azienda assume una nuova dimensione con il nome definitivo di “Covim“.

Luca Solari spiega poi come coltivare e trattare la pianta del caffè fino dalla raccolta alla torrefazione.

“La pianta del caffè cresce nei paesi della fascia equatoriale, soprattutto America Centrale, Africa Centrale e Asia. Si sviluppa trai 200 e 2000 metri di altitudine e predilige un clima caldo e umido. Di piante del caffè ne esistono almeno 66 specie, ma solo due sono utilizzate per il commercio: La Coffea Arabica, aromatica, corposa e dal gusto più delicato e la Coffea Canephora, detta Robusta, dal gusto più intenso e con un tasso di caffeina più elevato. Il frutto viene chiamato drupa o ciliegia e al suo interno si trovano i chicchi di caffè protetti da due pellicole, una rigida (pergamino) e una molto più sottile e argentea…”.

Il Dottor Solari ha poi illustrato come La Covim abbia investito in ricerca e nuove tecnologie per offrire il meglio delle miscele anche nel comodo formato in capsule, o con la praticità delle cialde Covim Pods dove si possono gustare tutte le miscele in un comodo formato compatibile con il sistema Ese 44mm.

Inoltre, da anni di esperienza nella torrefazione, nascono i macinati Covim, disponibili in diverse miscele, studiate per incontrare i gusti di tutta la clientela e mantenere intatta la qualità del prodotto. Per chi vuole godersi il piacere di un buon caffè con il fascino della tradizione….”

DSCN2412

All’interessante relazione seguono interventi di: Poggi, Givri, Ripa, Del Deo, Farina, Crovari.

Il Presidente ringrazia il relatore e gli consegna un omaggio del Club.

 

Website Security Test