Resoconti

GITA A CREMONA 9 NOVEMBRE 2019

Una quindicina di nostri soci e consorti si è recata sabato a Cremona per un incontro con altrettanti rotariani del club di Cremona Monteverdi, realizzando un’idea proposta dal nostro socio, nativo di Cremona, Pietro  Ripa.IMG 20191110 WA0020

E’ stata una bellissima esperienza grazie alla straordinarietà del Rotary: 30 persone appartenenti a due gruppi di persone che non si conoscevano sono diventate immediatamente amiche condividendo una piacevolissima giornata.

Siamo stati portati alla conoscenza della città dal Presidente Michele D’Apolito e dalla sua compagna Anna,   guida turistica professionista, che ce ne ha fatto conoscere l’evoluzione storica  dalla fondazione, risalente al  218 a.C. e avvenuta per creare una difesa alla discesa di Annibale, fino ad oggi; il tutto passando per il dodicesimo e tredicesimo secolo quando sono stati costruiti i magnifici edifici che compongono la straordinaria piazza principale, presumibilmente la più bella piazza medievale d’Italia, ove spiccano tra gli altri il palazzo municipale, il battistero e la cattedrale con il famoso torrazzo, la torre campanaria medioevale più alta d’Italia.

IMG 20191110 WA0028Abbiamo avuto modo di essere condotti nelle principali vie di Cremona, per visitare un bellissimo chiostro  e  le due principali chiese, narrate con competenza e con l’amore di chi ci è nato e ci vive.

Per i “calciofili”, da segnalare l’antico stemma della città con i colori grigio e rosso, ripresi nella maglia della squadra calcistica locale.

Dopo il pranzo dell’amicizia siamo stati “trasportati” nello straordinario mondo del violino, il vero re di Cremona, che spande ampiamente il suo “dominio” sui cittadini.

In un città di circa 70.000 abitanti i liutai sono alcune centinaia, tutti i bambini imparano a scuola a suonare lo strumento, le varie scuole per liutai richiamano studenti da tutto il mondo essendo Cremona  riconosciuta la capitale mondiale della costruzione dei violini.Ripa Di Stefano

Website Security Test